Case Editrici contro Selfpublisher – AHD e i suoi dubbi

C’è aria di polemica dalle mie parti oggi, ponderata, educata ma pur sempre di polemica si tratta.

Andando su parecchi store on line è palese come salti all’occhio il fatto che in posizioni rilevanti, accanto a libri di autori più o meno noti, più o meno (molto meno) nostrani pubblicati da major esista da qualche tempo una netta preponderanza di titoli di autori self publisher.

Il mio dubbio è quindi il seguente:

Le case editrici controllano gli store on line con obiettività o si limitano a constatare, impotenti, il fatto che esistano alternative valide a prezzi più contenuti? Se è così, per quale motivo non aprono gli occhi, sfruttando con furbizia l’occasione ghiotta, coinvolgendo in progetti editoriali gli autori self publisher?

E’ un mistero, ai miei occhi, come sia così palesemente ignorato questo passaggio.

Prendete il sottoscritto: negli anni avrò mandato il manoscritto a tutte le case editrici possibili, compresi editori a pagamento. Il risultato? Nulla di fatto. Adesso, sornione, osservo i miei titoli (e quelli di compagni) salire nelle classifiche, oltrepassando anche saghe di scontati scopiazzatori stranieri.

Madame de Stael sosteneva la necessità di tradurre gli autori stranieri per rinvigorire la produzione letteraria italiana.

Un grosso errore di valutazione, se visto nell’ottica di tempistiche lunghe, che penalizza autori validi (per non parlare dei lettori), elevando agli onori letterari personaggi iniqui che dalla loro hanno avuto nell’ordine:

– tanto c*** (leggasi “agganci e conoscenze”)

– l’efficiente macchina bellica del marketing

– il marchio di grosse case editrici che trasforma tutti nani sulle spalle di giganti

Sfiderei, dunque, le case editrici di ogni livello a fare un passo in direzione nostrana, cercando nei self publisher i loro prossimi autori.

Troppi sogni sono stati infranti contro le scogliere dell’indifferenza. Prima o poi qualcuno ne pagherà le spese. Le piccole/medie si troveranno impoverite di autori e proventi e chiuderanno, le grandi saranno sempre più costrette ad affidarsi ad autori blasonati per restare in piedi.

Investite sui self publisher.  Parlo con voi, Case Editrici.

Il vostro affezionato

AHD

Lascia un commento

Archiviato in selfpublishing

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...