mille e un libro

Recensione di *Ilary* di imilleeunlibro.blogspot.it

In questi giorni purtroppo non sono stata molto presente sul blog ma ora sono qui per postare una recensione per così dire “a caldo” (visto che l’ho concluso da poco) di un libro che mi era stato segnalato dal suo autore e di cui vi avevo già parlato in un post della rubrica “Spazio esordienti”. Sto parlando di “L’ombra del Tiranno”, il primo romanzo di una saga fantasy che l’autore ha autopubblicato sul sito “ilmiolibro.it” con lo pseudonimo di A. H. Den.
Ambientato su un pianeta suddiviso in vari regni, “L’Ombra del Tiranno” narra le vicende di Greg, un adolescente che vive con la madre e il padre a Selthon, uno dei regni di cui sopra, e il cui più grande sogno è diventare un mago come il suo saggio maestro, Dovan, mentre il padre lo vorrebbe lontano da tutto ciò che riguarda la magia e cerca in tutti i modi di fargli seguire le sue orme affinchè diventi un funzionario amministativo come è lui stesso. Greg ovviamente, come tutti gli adolescenti è ribelle, e non capisce perchè il padre ostacoli così tanto i suoi sogni… quello che Greg non sa è che il padre sta solo cercando di proteggerlo e di sfidare un destino che sembra essere già stato scritto per il giovane Greg. Egli infatti, come scoprirà in seguito, non è figlio di quelli che crede i suoi veri genitori, ma è una sorta di “prescelto” mandato dagli Angeli per compiere una missione di vitale importanza e che racchiude in sè un grande potere. Una serie di eventi costringerà Greg a partire alla volta di Renodia, un regno abitato dal mitico popolo degli Esperidi, per iniziare così la sua avventura e la sua missione… ma non sarà solo in questo viaggio, infatti partiranno con lui altri tre ragazzi – Andrew, il suo migliore amico, Mark, apprendista mago sempre in competione con Greg (un amico/nemico per così dire), e la dolce Lisa, per la quale Greg prova una particolare simpatia – e anche il maestro Dovan.
Da quel momento molte saranno le rivelazioni che scuoteranno il cuore e la mente di Greg e che lo faranno vacillare, ma anche fortificare e prendere consapevolezza del proprio ruolo; inoltre Greg dovrà affrontare terribili creature, come il demone Lord Astaroth, tanto mostruoso quanto malefico, in una guerra scatenata dai demoni sul suolo di Renodia. Ma il percorso per il giovane è ancora lungo e questa è solo la prima di numerose battaglie…
Che dire di questo romanzo? E’ stata una piacevolissima scoperta, una lettura appassionante e coinvolgente e con quel tocco di originalità che me l’ha fatto apprezzare ancora di più! L’autore infatti ha scritto un romanzo che si può tranquillamente far rientrare nella categoria del “fantasy classico”, ma ci sono alcuni elementi che lo rendono diverso e, appunto, originale rispetto ad altri libri di questo genere, e il primo fra tutti è la commistione tra magia, tradizione fantasy e tecnologia. Inizialmente devo dire che sono rimasta un po’ spiazzata perchè mi aspettavo il solito fantasy ad ambientazione “medievale”, con tutti gli stilemi del caso, mentre qui abbiamo sì questi elementi tradizionali, come appunto la magia o le creature fantastiche, ma abbiamo anche la tecnologia: si parla ad esempio di radar o di Globevisor, una sorta di monitor per le comunicazioni. E’ stata davvero una trovata assolutamente geniale, che ho apprezzato moltissimo!
Come dicevo prima troviamo anche tutti gli elementi tipici del genere fantasy: un ragazzo comune che scopre di essere il prescelto per una missione di vitale importanza, il viaggio con una compagnia di amici, esseri e luoghi fantastici, la scoperta di sè e delle proprie potenzialità.
I personaggi sono ben tratteggiati, sia quelli principali che quelli secondari e grande è stata la capacità e la fantasia dell’autore nell’idearli: troviamo infatti umani, come Greg, angeli, demoni, creature mostruose come i goroi o fatate come gli Esperidi, e davvero si rimane stupiti nel come siano state ben tratteggiate nelle loro peculiarità. Notevoli anche le descrizioni dei luoghi, dalla città moderna di Selthon, alla verdeggiante Renodia, tanto che sembra di essere lì fisicamente… provate a leggere la descrizione di Renodia e rimarrete incantati!
Due sole sono le critiche che muovo a questo romanzo. La prima è che non viene data una scansione temporale e, soprattutto nei primi capitoli, non si capisce quanto tempo passa tra un avvenimento e l’altro; infatti non avevo capito inizialmente che Greg è un ragazzo di diciassette anni, perchè ci viene detto dopo e non direttamente, ma solo facendo un accenno al fatto che erano passati diciassette anni dalla tempesta con cui tutto è iniziato. Probabilmente è una mia fissazione, ma mi piace leggere all’inizio dei capitoli frasi tipo “tot anni dopo”, perchè mi rendo subito conto di quanto tempo passa… ma ripeto, è solo una mia fissa. 😛
La seconda critica è sullo stile di scrittura. Uno stile molto curato e ricercato, non c’è che dire, ricco e molto descrittivo (le descrizioni prevalgono decisamente sui dialoghi), ma a volte quasi ridondante: ci sono dei periodi molto lunghi, a volte troppo, che rallentano la lettura e appesantiscono un po’ la narrazione. Non che il romanzo sia noioso, intendiamoci, però magari alleggerire un po’ alcune descrizioni, gioverebbe sicuramente al ritmo della narrazione.
Concludendo, “L’Ombra del Tiranno”, a parte quelle piccole pecche di cui vi ho appena parlato, è un’ottima prova d’esordio, un romanzo ben scritto, molto articolato, ricco di colpi di scena che vi terranno incollati alle pagine, e che consiglio soprattutto a chi ama il fantasy e ha voglia di leggere qualcosa di nuovo e fresco nel panorama della letteratura di questo genere!
E a questo punto, inutile dire che sono molto curiosa di sapere come proseguirà l’avventura di Greg!
Voto: ♥ ♥ ♥ ♥
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...